Gardone Riviera Gargnano Limone Garda Magasa Salò Tignale Toscolano Maderno Tremosine Valvestino

Parco Alto Garda, 3 April 2020

Emergenza sanitaria Covid-19: prorogati i termini dei bandi regionali di interesse per la biodoversità (avifauna, PSR, pianura e collina) - Nuovi bandi Cariplo e PSR

Per visionare news  - Life Gestire 2020 - NATURA CHE VALE                                                                clicca qui

Per visionare:

Legge regionale 31 marzo 2020 - n. 4 "Differimento dei termini stabiliti da leggi e regolamenti regionali e disposizioni urgenti in materia contabile e di agriturismi, in considerazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19"   clicca qui


   

AVVISO SOSPENSIONE ATTIVITA' PRESSO LA SEDE

EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS:

ORGANIZZAZIONE UFFICI IN OTTEMPERANZA DELLE DISPOSIZIONI REGIONALI E NAZIONALI

A seguito delle disposizioni regionali e nazionali emanate per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, l'attività degli Uffici della Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano presso la Sede viene sospesa fino al 15 aprile 2020 compreso.

E' possibile contattare telefonicamente gli Uffici dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 (tel. 036571449) o agli indirizzi mail, disponibili sul sito istituzionale.

Visualizza qui l'avviso completo

 

ALTO RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO E ATTIVITA' SELVICOLTURALI

STATO DI ALTO RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO - ESECUZIONE DELE ATTIVITA' SELVICOLTURALI e PRESENTAZIONE ISTANZE TAGLIO BOSCO

Si comunica  che dall' 11 marzo è stato dichiarato da Regione Lombardia LO STATO DI ALTO RISCHIO DI INCENDIO BOSCHIVO    Pertanto fino alla revoca  :

1.         Per tutta la durata del periodo di alto rischio su tutto il territorio regionale, sono applicate le norme relative alla difesa dei boschi dal fuoco di cui agli artt. 4 e 7 della Legge quadro in materia di incendi boschivi 21 novembre 2000, n. 353 e dagli articoli 45, comma 4 e 61, comma 9, della legge regionale n. 31/2008.

2.         Nell’arco temporale in cui vige il presente periodo di alto rischio di incendio boschivo il divieto di accensione, all’aperto, di fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiori a 100 metri è assoluto, senza eccezione alcuna, su tutto il territorio regionale.

Infine si evidenzia che il Piano regionale di Antincendio Boschivo prevede, al punto 4.4 ‚ÄúDivieti‚ÄĚ che: ‚ÄúPer quanto riguarda la combustione nel luogo di produzione di piccole quantit√† di materiali vegetali, valgono le disposizioni contenute nella normativa statale e regionale, specificando che anche queste attivit√† sono sempre vietate durante il periodo ad alto rischio di incendio boschivo‚ÄĚ.

A SEGUITO EMANAZIONE DEL DPCM DEL 25/3/2020

TUTTE LE ATTIVITA' DI TAGLIO COLTURALE DEL BOSCO ESEGUITE SIA DA PRIVATI CITTADINI ( hobbisti, usi civici, tagli di autoconsumo e simili ) CHE DA ATTIVITA' PRODUTTIVE (Imprese agricole, boschive o Consorzi)  SI DEVONO INTENDERE SOSPESE.

 

Per quanto riguarda la possibilità di presentare le Istanze di taglio tramite sistema informativo Taglio Bosco (SITaB), durante questa fase di mergenza, la denuncia può essere inserita dagli operatori dopo che l'interessato ha inviato via PEC o via Email la richiesta  con i dati necessari per la presentazione dell'istanza. Verrà poi trasmessa al richiedente via PEc o via Email il pdf della denuncia.  

Per eventuali ulteriori informazioni rivolgendosi presso l’Ufficio Agricoltura 
Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email √® protetto dagli spambots. √ą necessario abilitare JavaScript per vederlo.